Rimarrà un abisso

Ispirato alla vita e alle opere di Fred Uhlman.

Simon Elsas ha abbandonato la Germania poco prima dell’ultima guerra, per sfuggire alla persecuzione razziale. Torna dopo vent’anni e vi incontra i vecchi compagni di liceo e la ragazza che aveva amato.

Da qui prende l’avvio un racconto autobiografico, amaro: il ritorno non accende la dolce malinconia dei ricordi ma gelo e insofferenza. Gli ex amici non si erano resi conto di quello che stava accadendo: per Simon provano ancora affetto sincero, ma non riescono a giustificarsi di fronte alla storia e alle sue vittime se non con una disarmante ipocrisia.

E’ il dramma di un ebreo educato nella grande cultura tedesca, che non riesce a capacitarsi del tradimento di chi considerò il nazismo solo una malattia passeggera e non fece nulla per fermarlo.
Progetto Memoria

Condividi:Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone
  • Repliche 24 Febbraio 2012 - Teatro del Quartuccio (Sesto F.no) | 25 Gennaio 2013 - Teatro del Quartuccio (Sesto F.no)
  • Regia Alessandro Varrucciu