Diario di bordo – Giorno uno: La filastrocca del salice piangente

con Nessun commento

La filastrocca del salice piangente


Oggi abbiamo letto la prima parte del libro che ci accompagnerà per questa settimana e tutti insieme abbiamo inventato una filastrocca sul protagonista: un salice piangente chiamato Millefoglie che è molto triste perché non può viaggiare per vedere il mondo.

Nei prossimi giorni vedremo come realizzerà il suo sogno!


[pullquote align=center]
C’era un albero che voleva camminare,
non riusciva a marciare,
vide un pesce e provò a nuotare
ma, acciderbolina, niente da fare!
Vide un verme e provò a strisciare
ma acciderbolina, niente da fare!
A guardare in basso vide una rana
che ai suoi occhi era un po’ strana
Era sorda, sdentata e verde
provò a saltare ma anche ‘sta volta l’occasione la perde
Vide un passero che volava felice
insieme alla sua fidanzata Alice
provò a battere i rami per alzarsi in volo
ma rimase imprigionato al suolo
poi vide il sole tramontare
ma non lo riuscì ad imitare
allora il povero albero si cominciò a disperare
ma non poteva farci niente:
era un salice piangente!
[/pullquote]
Segui Diremare Teatro:

Diremare Teatro è un'associazione culturale attiva sul territorio fiorentino, impegnata fin dalla sua costituzione in un percorso teatrale incentrato sulla memoria storica e attività di formazione per bambini, ragazzi e adulti.

Lascia una risposta